sabato, novembre 10, 2018

Il Decamerone (secondo la nostra lingua) sbarca a Ranica



Definirla semplicemente come la presentazione di un libro sarebbe riduttivo. Vogliamo chiamarla lectio magistrialis sul Decamerone? Neppure, ma non perche' manchino i presupposti, dal momento che la conoscenza del testo e dell'autore che ha mio padre e' veramente fine e solida. Chi ha partecipato all'evento se ne sara' reso conto. Piuttosto mi sembrerebbe un'etichetta troppo seriosa e comunque non del tutto calzante, perche' di modi per approfondire l'opera ce ne sono tanti e quello che abbiamo scelto noi e' stato, fatemelo dire, divertente. Una sola cortesia, pero': non tacciatelo come "spettacolo" perche' vi garantisco che l'autore ne rimarrebbe in qualche modo ferito. Il suo scopo e' divulgare, senz'altro magari intrattenendo il pubblico con spirito, alleggerendo qui e la il discorso con qualche battuta o piccola storiella, ma lungi da lui ridurre il tutto ad un mero teatrino. E' Boccaccio, per dinci! Un mostro sacro, da trattare con il dovuto rispetto che si deve ai grandi della nostra letteratura.

Insomma, comunque la vogliate chiamare, quella di ieri sera presso la biblioteca di Ranica e' stata una serata molto interessante, a tratti erudita, a tratti esilarante, ma comunque da godere fino all'ultimo minuto. Per me e per la mia famiglia certamente un'esperienza memorabile. L'amalgama tra la relazione brillante di mio padre, le diapositive che scorrevano in sottofondo (scuola Vodafone, non so se mi spiego...) e i brani scelti e narrati dalla bravissima prof. e attrice Laura Pezzotta e' stata perfetta: grande attenzione e partecipazione del pubblico in sala, tanti applausi e mille complimenti. 

Ed ora che il "format" e' pronto e collaudato siamo pronti per il tour :-) Replicare, replicare, replicare: Bergamo, Milano, Firenze... Stiamo arrivando!!!

PS: per chi volesse seguire le ultime novità, abbiamo creato la pagina Facebook del libro: il Decamerone secondo la nostra lingua.

domenica, novembre 04, 2018

La fontanella al parco ex asilo di via Martinetti



Habemus acquam. La fontanella promessa da Bestetti (presidente del consiglio di zona 7) un anno fa durante l'incontro pubblico sul tema della riconversione dell'area pubblica dell'ex asilo Martinetti  e' finalmente stata installata. Eccola qua, nuova fiammante e pronta all'uso, soprattutto in vista della stagione bella che verra'. Ed ora, sotto con il progetto dell'ampliamento del parco... siamo tutti d'accordo, no?