sabato, aprile 30, 2016

Un pomeriggio con i (miei) topolini alla Triennale

1

Ecco uno poi si chiede cosa ci sia di bello a vivere in una citta' caotica, triste, pericolosa, inquinata (e chi piu' ne ha piu' ne metta) come Milano. Nota: gli aggettivi non li ho mica scelti io, ma gli stessi milanesi in un sondaggio sulla propria citta' condotta dall'Universita' Bicocca di qualche anno fa. Ma volete mettere il lusso di prendere la metropolitana e inventarsi di punto in bianco un pomeriggio al giardino delle sculture della Triennale, per ammirare - aggratis - le statue di "Topolino e l'Italia" (alcune davvero sfiziose, come quella voluta di Mickey-il vespista), le sculture di De Chirico e le stravaganti installazioni di altri artisti internazionali? Tanto sole, cultura da inciamparci dentro e divertimento: ce lo siamo proprio goduto. Insomma, l'aria non sara' propria pura, ma sono dell'idea che ai miei bambini faccia comunque molto bene.