lunedì, dicembre 31, 2012

Good bye 2012


Carissimi lettori di The Cicianebbia's (gia' Blog di Dino&Manu), mi rendo conto che quest'anno vi ho trascurato molto, che vergogna... Il blog e' come un puzzle, pezzo dopo pezzo compone un quadro e racconta una storia, ma qui si sono perse le tessere!!! Con cosi' pochi articoli all'attivo, di questo 2012 rimarra' (scritto) assai poco.

Dovete pero' capire che a Febbraio sono stato sotto i ferri e quando mi sono ripreso mi sono dovuto dividere esattamente a meta' tra lavoro e famiglia. Questo e' stato il mio primo anno intero da papa', esperienza meravigliosa quanto stancante, o per meglio dire, totalizzante. Infatti, ho trascorso buona parte del mio tempo libero con Pietro in braccio, a preparare biberon e pappette; negli ultimi tempi, fare il papa' implica anche giocare assieme, sfogliare libri e collegarsi su YouTube in cerca di qualche video di suo gradimento (principalemtne, Disney o Zecchino D'oro). Ma comunque evolva la cosa, la morale e' sempre quella: il tempo a mia esclusiva disposizione e' assai rosicato.

Non mi aspetto che il 2013 vada troppo diversamente. Con questo non voglio mettere le mani avanti, pero' ci siamo capiti: se non mi sentirete troppo spesso, vuol dire che sto cambiando un pannolino.

Felice anno nuovo a tutti! :-)

Happy Kitchmas 2012

Non la faccio troppo lunga (tanto sapete gia' tutto su come funziona la Happy Kitchmas, in alternativa vi rimando direttamente a questo articolo): quest'anno ha vinto - e veramente a mani basse - "'iPuddu", ossia un telefonone giocattolo nokia old-fashioned con dentro la foto di un collega (Puddu, per l'appunto), che e' senza dubbio uno dei piu' incalliti fan di Apple del circondario. Ma come gli vengono in mente??? :-)

In ottima posizione, si sono piazzati anche il Potty Fisher ("il gadget per il fanatico della pesca", anche alla toilet) portato da Monica e il Back Scratcher (subito rinominato "il Grattamaroni"). Purtroppo il mio pacco di pasta-minchiette (scadute) non ha sortito l'effetto sperato, uno perche' non lo ha sorteggiato una collega donna, cosa che avrebbe scatenato maggiore ilarita', secondo perche' essendo una tavolata di trentacinque persone non tutti hanno realmente capito di cosa si trattasse.

Per il resto e' stato il solito festival del riciclone della terracotta e della porcellana piu' inutile e dozzinale che si possa immaginare, piu' rara amenita' che vi risparmio volentieri.


Un grazie, come sempre, al mitico Andrea (qui sopra ritratto nella sua che anche quest'anno ci ha regalato un pranzo di Natale assai divertente e originale.