venerdì, aprile 22, 2011

Un Giretto su misura


In settimana Corriere e Legambiente hanno lanciato una simpatica iniziativa congiunta, patrocinata dal Ministero dell'Ambiente: il "Giretto d'Italia". In pratica, i Comuni d'Italia sono invitati a confrontarsi in una competizione che avrà luogo il 3 Maggio per vedere chi sa muovere più bici. In vista di questa originale sfida, Legambiente assegnerà anche un premio al miglior racconto di tappe quotidiane cittadine inviato al Corriere o al sito da parte dei ciclisti urbani.

Potevo forse astenermi??? :-) Ecco il racconto della mia tappa, rigorosamente entro i 1500 caratteri, in cui ho ripescato l'infausto episodio del ramo...

"Ma come fai a muoverti in bicicletta?". Quante volte mi sono sentito porre questa domanda da amici, increduli del fatto che si possa girare in sicurezza su due sole ruote per le strade della caotica e trafficatissima Milano. Eppure si può, rispondo io, trattenendo a stento la soddisfazione: basta starci il meno possibile, sulle strade!

Il mio percorso casa-ufficio, tra Perucchetti e Lorenteggio, ne è un chiaro esempio: nel suo piccolo, è un capolavoro d'ingegneria ciclopodistica, collaudato in anni di prove e limature continue, poichè riduce al minimo i metri d'asfalto fianco a fianco con le automobili. Misura 4500 metri circa, di cui solo 1500 su carreggiate stradali; per la restante parte, corre attraverso aree verdi (giardini di via Ciclamini, Koch e Travaglia), piste ciclabili (via Bisceglie e Bensi) e - male ahimè necessario - marciapiedi ampi e generalmente poco battuti. In pratica, due pedalate su tre sono al riparo dal traffico.

Tutto bene? Nemmeno per idea, perchè il pericolo si nasconde ovunque. Qualche giorno fa attraversavo i giardini di Ciclamini, pedalavo con fatica per via del forte vento, quando sono stato colpito violentemente in fronte da un ramo piovuto in quel momento da un albero (uno dei tanti malati di smog?). Fortunatamente, era più lungo che grosso, altrimenti non sarei qui a raccontarlo, tuttavia ho rimediato una gran botta, di cui porto ancora i segni. Che abbiano ragione gli amici? Milano non è per ciclisti? Non saprei, quanto a me... urge un casco!

1 commento:

Dino ha detto...

Torino vince la gara delle grandi citta' in bici, Milano buona seconda (su sette) con circa il 19% della mobilita' su due ruote. Peccato che la mia Bergamo non abbia partecipato, sarei stato curioso di sapere come si sarebbe piazzata...

http://www.corriere.it/cronache/11_maggio_07/giretto-risultati_92062a68-7898-11e0-ae13-7762c03ab33d.shtml