sabato, aprile 30, 2011

Help Formiche!


Stiamo lottando da giorni con una caparbia colonia di formiche, che ha preso di mira la nostra cucina e i suoi dintorni. Un problema alquanto fastidioso... Vi e' mai capitato? Ho cercato in rete qualche consiglio sul da farsi ed ecco grosso modo cosa ne ho ricavato.

Rimedio della massaia (o punto zero)
Piu' che un rimedio, si tratta di una premessa: passare regolarmente l'aspirapolvere, non lasciare briciole sul tavolo, lavare i pavimenti e le superfici della cucina, vuotare la spazzatura con frequenza, etc.etc...

Rimedi della chimica (o dell'uomo moderno)
Polveri, spray e schiume (Bygon, Vape, Raid) per uccidere con rapidita', oppure le "trappoline" per sterminarle alla fonte (le operaie tornano alla base con le esche avvelenate). Rimedio sconsigliabile per chi abbia bambini piccoli che gattonano in casa. Inammissibile per gli animalisti.

Rimedio degli odori (soluzione zen)
Le formiche non amano gli odori forti. Basterebbe, quindi, spargere sale grosso, pepe, fondi di caffè e bucce di cetriolo per vederle fare dietro-front. C'e' chi invece consiglia la canfora e chi il borotalco. Altri si affidano alle foglie di pomodoro, alloro, basilico, menta, oppure ai chiodi di garofano, alla cannella e al comune peperoncino in polvere. Altri ancora giurano sull'efficacia del succo di limone o delle soluzioni di acqua e aceto. I fumatori incalliti possono affidarsi alle cicche di sigaretta, o a cenere e tabacco. Certo, meglio non ospitare in casa la suocera per quei giorni...

Rimedio dell'imbianchino e astuzie varie (la terza via)
Si segue la fila e si individuano i percorsi e le fessure da cui provengono gli insetti, a quel punto, gli si sbarra la strada con il silicone (o con volgarissimo scotch). Richiede molta pazienza. Un'altra soluzione e' spargere dello zucchero in uno o piu' punti esterni alla casa (in balcone?), cosi' che le formiche abbandonino spontaneamente cucine e salotti. A vostro rischio e pericolo.

Rimedio del pasticcere sadico (la "pan-formica")
Spargere lievito per dolci. Le formiche se ne cibano senza sospettare dell'inganno ed inizialmente non succede nulla. Credendo che sia cibo innocuo, accorrono a mangiarlo, ma a quel punto una dopo l'altra cominciano a lievitare, fino ad esplodere. Boom!

Rimedio africano (o della polpetta proteica)
Un vecchio adagio africano recita "tutto cio' che si muove e' commestibile". Per cui, se proprio non si riesce a debellarle...

ZUPPA DI FORMICHE

Ingredienti:
700 gr di formiche
100 gr di grasso di elefante
10 banane acerbe
300 gr di menta
15 gr di cardamomo
70 gr di miele
1 cipolla
pepe di Cayenna, quanto basta

Vorrei proprio evitare... :-) quindi se avete qualche buon consiglio...

2 commenti:

Dooca ha detto...

Benvenuto nel club Conte!
Al di là dell'ovvia attenzione ai residui organici, sai già cosa ti dico....
Vai di gran chimica, io con Bayern, arieggia bene il locale prima di soggiornarci e poi piazza le trappoline.
Noi le abbiamo debellate così, con buona pace dei due pelosi di casa.... ^_^
Poi, ora, per mantenere uso BioKill che dovrebbe avere lo stesso effetto ma nn massacrarmi i mici.Non so quanto funzioni lui, o quanto abbia fatto la chimica in precedenza!

Dino ha detto...

Grazie, avevo letto di questo BioKill... Per adesso la tattica del limone non ha dato alcun frutto e neppure il sale e' stato d'aiuto. Stasera sono passato al silicone, nella speranza di avergli reso la vita almeno un po' piu' difficile. Se anche questa volta faccio un buco nell'acqua, andro' di chimica pesante pure io, anche se mi dispiace... Povere...