mercoledì, dicembre 22, 2010

Rotta-rottissima, praticamente da rottamare

Eccolo qua, il canto del cigno! Ce l'aveva fatta grossa gia' a Istanbul, 'sta infida... Vabbe', cerchiamo di restare calmi e di portare un minimo di rispetto per gli anziani, in fondo sono pur sempre 15 anni di servizio...


Che si rompa la macchina il giorno prima di un viaggio improrogabile e da farsi necessariamente su quattro ruote, irrita parecchio. Ma che si rompa a Milano a -8 giorni dalla data di rottamazione da eseguirsi a Bergamo e' una SFIGA da primato. Ironia della sorte, la macchina si trova nel parcheggio sotterraneo dell'ufficio, dove, causa tetto altezza (?) 2 metri, un normale carroattrezzi non puo' passare: tocca trovare qualcuno che disponga di un gancio-traino. E una volta tirata fuori di li', in un modo o nell'altro, dovro' spendere soldi - pochi o tanti, piu' facilmente tanti - al solo scopo di portarla dal rottamaio.

Dulcis in fundo (si fa per dire, ovviamente), sono tornato a casa a piedi per guasto temporaneo alla linea metropolitana. No comment. Eppure Manu lo aveva detto che non bisognava parlare di auto nuove mentre eravamo a bordo della vecchia carolina... Uff...

***
PS: testo scritto il 22/12 quando ancora mi scervellavo sul da farsi, foto del 27/12 alla partenza del carroattrezzi, dopo una lunga giornata al coordinamento dell'operazione "recupero del relitto". Uno scherzetto che mi e' costato 140 euri... aarrgghh!!!

Nessun commento: