martedì, aprile 24, 2007

Odio la CISA

Da oltre 20 anni, la CISA è l'autostrada che mi porta in vacanza: dovrei amarla, non vi pare? No, invece mi fa inchianare i nervi, per dirla in gergo dialettale (mi capita sempre quando sono in preda ad un attacco di sindrome S.R.C. [presente il malessere che ti coglie dopo un paio d'ore di guida sulla Salerno-Reggio Calabria? Ecco, quello]. Ogni volta un cantiere aperto in qualche punto tra Berceto e Aulla e ogni volta code infinite, come fosse il più classico dei lunedì lavorativi sulla A4. Però è domenica e sono pure in ferie, cxxxo!

Il bello è che sul sito della suddetta autocamionale, ci hanno pure scritto che stanno lavorando perchè

"...diventi in pochi anni [entro il 2010] una moderna autostrada, con elevati standard di comfort e sicurezza [e che dunque] ...i lavori in corso non possono non causare disagi, pur in presenza dell'adozione di tutte le misure e gli accorgimenti tecnici del caso".

Traduzione: come minimo vi beccate altri 3 anni (certo, tre! come no?!) di sicuro inferno. Ora mi scarico il modulo "Gentile cliente, confrontati con noi", gli metto l'url di questo post e lo consegno al casellante di Berceto, con tanto di sentita dedica: odio la CISA! Sgrunt!

E perfavore, ora procuratemi un malox.

1 commento:

ethan shaewn ajakae lesath ha detto...

io l'ho fatta per 22 anni... per andare a punta ala, i primi tempi uscivo a livorno e facevo la collesalvetti, poi l'aurelia... che pizza... che noia... un viaggio di minimo 6 ore... poi con l'autostrada e la superstrada ce ne mettevo 4... non rispettando i limiti dei 90 ovviamente... un saluto.. e porta pazienza...

ethan shaewn ajakae lesath

p.s. stesso discorso valeva per andare a sciare sul sempione... dovevo farmi il lago maggiore.. e tutti i suoi ridnti paesi... ora in in due ore sono sul passo a sciare :O)