venerdì, marzo 30, 2007

La newsletter di Andres

Adoro ricevere da Andres l'anteprima della nuova collezione di realizzazioni di Romero (Britto)!!! Mi ricorda le più belle ferie della mia vita, il sole e le spiagge della Florida e mi fa sentire un pò più artista. Accidenti, prima o poi devo decidermi ad acquistargli qualcosa! :-)

A che serve?

A che serve fare le corse per prendere il treno delle 18:32 da Milano San Cristoforo, se poi arrivo a Lambrate e scopro che il treno delle 19:00 è stato soppresso?

A che serve svegliarsi mezz’ora prima il giorno dopo e prendere il treno delle 07:25 da Bergamo, se poi arrivo a Lambrate con 12 minuti di ritardo e perdo la coincidenza per Milano San Cristoforo delle 08:18?

A che serve, Trenitalia, lamentarsi e versare così altro tempo nel pozzo profondo (senza fondo?) e in apparenza sempre riarso delle mezz’ore che mi hai sottratto?

A che serve???

giovedì, marzo 22, 2007

Tizi & la sventura di chi sceglie medicina veterinaria

Ieri sera abbiamo rivisto la nostra cara amica Tizi, rientrata in Italia dopo aver trascorso il suo primo anno e rotti in UK. La bella notizia che ci ha dato è che, finito con il vecchio lavoro da ispettrice delle carni (praticamente = aiuto-macellaia), è riuscita finalmente a trovare un lavoro come medico veterinario, presso una clinica gallese e precisamente nella città di Llanelli (si legge "clanecli”: non mi chiedete perché, è welsh). Secondo gli accordi presi con i due soci, avrà un contratto a tempo indeterminato, 4 settimane di ferie e le metteranno addirittura a disposizione un alloggio gratis, proprio sopra la clinica. La giornata lavorativa terminerà alle 18:30, con ampia pausa pranzo e non dovrà fare alcuna notte o dare la reperibilità perché in UK ci sono cliniche specializzate nei servizi di pronto soccorso in orario notturno e festivo. Nessuno di noi le ha chiesto quanti pounds prenderà, ma non c’è motivo di dubitare che anche lo stipendio sarà rispettabile, visto che rispettabile è il contesto di cui ci ha parlato e visto che da quelle parti l’attività ambulatoriale è molto redditizia (nota: in UK tutti i proprietari assicurano i propri animali domestici e non si fanno alcun problema a richiedere costose prestazioni specialistiche). Insomma, roba da farci la firma e rimanerci a vita… “se non fosse che piove sempre!”, chiosava la nostra Tizi.

Eh sì la pioggia è un bel problema: contribuisce al cattivo umore. Ma in Italia, allora, cosa dovremmo dire?! Giusto il sole ci rimane!

Le università di medicina veterinaria italiane ormai sfornano solo disoccupati (e lo dice il presidente dell’ANMVI, non solo la scritta che campeggiava in giardino quel giorno della festa di laurea!). Chi – dopo aver elemosinato un posto a destra e a manca – trova lavoro, inizia come tirocinante non pagato e in questa condizione rimane per mesi e mesi (se non anni). Per cominciare a guadagnare qualcosa si cerca di fare qualche sostituzione, anche a svariati km di distanza, oppure si bussa alla porta dei pronto soccorsi, così oltre alle mansioni più degradanti da svolgere durante il giorno, si aggiungono le notti insonni da trascorrere nei turni di notte. Una volta imparate le basi del mestiere, normalmente arriva la prima proposta economica: 500 euro, sì, avete capito bene e proprio qui, nella ricca Lombardia. Ovviamente in nero.

È a questo punto che le speranze di questi promettenti e brillanti giovani medici crollano. Molti gettano la spugna, sfiduciati, e cambiano strada: qualcuno si butta nel commercio dei farmaci (i rappresentanti o "informatori farmaceutici"), barattando sogni con assegni, altri si buttano nel commercio al dettaglio, dietro la cassa di un supermercato. Altri ancora si butterebbero dalla finestra, poi ci ripensano e decidono piuttosto di fare i bagagli e scapparsene all'estero, in cerca di miglior fortuna.

Già all'estero... Sarà un caso che fuori dai confini nazionali il lavoro si trova e le condizioni sono in tutto e per tutto migliori? O forse dipenderà dal fatto altrove c'è una programmazione al numero di matricole da ammettere all'unversità più attenta, razionale e non soggetta alle logiche della politica di quanto avvenga da noi? Basta dire che in UK ci sono 7 facoltà di medicina veterinaria, in Spagna 6, in Germania 5, in Francia e Polonia 4, Grecia 2, etc... In Italia 14. Anzi, quest'anno è stata aperta la 15-esima facoltà a Udine. Se ne sentiva proprio il bisogno, non vi pare??? :-(((

Fortunatamente, oggi si può esprimere per lo meno un dissenso di fronte a questo stato di cose, firmando la petizione promossa da ANMVI da inviare al Presidente della Repubblica contro la proliferazione di sedi universitarie di mv. Io l'ho fatto e spero che questo post possa contribuire alla causa.

Fine. Tutto qui. Dedicato a chi, nonostante tutto, ci crede ancora.

lunedì, marzo 19, 2007

Fabio & CuteQ: back from the sky

100 secondi di caduta libera da 4300 metri di altezza, in tandem con l'istruttore di paracadutismo... Spettacolare follia! Ecco qualche scatto tratto dal filmato del lancio del nostro Fabiò Gobbo, da oggi detto anche Fabiò (guanciotto) Volo ;-)

CuteQ, mostraci anche i tuoi contributi!!! [gli attributi li abbiamo già visti]

venerdì, marzo 16, 2007

La casa del Grandebabbo

Dopo il Grande Fratello (la casa dei guardoni) e dopo la Grande Sorella (dalla dubbia moralità) nasce su web La Casa del Grande Babbo, riflesso cybernautico di una casa del mondo reale, all'ombra del più grande aereoporto d'Italia, abitata da quattro graziose donzelle + 1 (le "babbe": Babbanella, Babbabona, Babbabazza, Babbananna, Bappalupa) e da un solo maschio, vero re della piazza: Aldobabbogattobastardo (e piscione).

In origine erano feste e baccanali. Ma è già arrivato il tempo degli ultimatum e degli appelli disperati: fate come me, non siate indifferenti, esprimete solidarietà e amicizia al babbopattume, che giace abbandonato e marcescente sotto al lavandino.

I tempi sono maturi: Babbe, liberatelo! ;-)

mercoledì, marzo 14, 2007

Silicon Valley, da High-Tech a Clean-Tech

L'era delle dot-com è finita, inizia quella delle watt-com. Cronache da una Valle che vuole continuare ad essere la regina del Silicio, pur se convertito nelle cosiddette clean-tech [le tecnologie per lo sfruttamento delle energie rinnovabili].

C'è aria di rivoluzione e fermento, cari miei: le barriere della diffidenza cadono, finanza ed imprenditoria si mettono in moto, la politica fa la sua parte e la vecchia Inghilterra, sempre lei!, è lì davanti a tutti a tirare il carretto...

God save the Queen!

lunedì, marzo 12, 2007

100 di questi post!

Mattoncino dopo mattoncino, sono arrivato a quota 100! Long live D&M Blog: [almeno altri] 100 di questi post!!!

venerdì, marzo 09, 2007

Clap clap per la Merkel

Breaking news: trasecolate! Contro tutte le aspettative, la Merkel, prima donna che ricopre la carica di cancelliere in Germania, ma con molti più attributi di tanti colleghi maschietti (ho appena scoperto che ha pure un dottorato in fisica... 'stica!), ha convinto il Consiglio UE a 27 ad assumere un impegno vincolante e molto forte in tema di energia: entro il 2020, il 20% dei consumi in Europa dovranno essere sostenuti da una corrispondente produzione di energia da fonti rinnovabili. Che sfida, che svolta! Bravi, bravi tutti, evviva, prosit, cin cin.... Ci sarebbe proprio da brindare, come nella caricatura che ho preso da internet. E soprattutto clap clap alla cancelliera Angela.

A quando una bella decisione vincolante sul telelavoro??? Se aspetto il salto del montone... Altro che 2020!!! :-(

giovedì, marzo 08, 2007

Prossime vacanze

Quando: 15-22 Aprile
Dove: Corsica nord-ovest (Calvi). Abbiamo fissato il campo base per le nostre esplorazioni presso il residence Le Rateau Bavoir di Calvi: a giudicare dalle foto sul sito, il posto sembra carino. I prezzi sono certamente mooolto interessanti, almeno in questa stagione...
Come: Traghetto [trasporto auto a 1€!!!]

Ebbene sì, cari amici, siamo alla frutta, non ve ne eravate accorti? Così oggi mi sono deciso ad organizzare il prossimo viaggetto, sicuro di aver fatto felice la mia contessa, che è molto ma molto più bollita di me! Il che è tutto dire... ;-)))

Bene, mi rivolgo ora a quanti sono già stati da quelle parti, per chiedere consigli: forza, scatenatevi! Lasciate commenti e soprattutto tante buone indicazioni: cosa vedere/evitare, cibo, link, utilia, etc...

martedì, marzo 06, 2007

Quadruplicamento: smentita ufficiale da RFI

Il post di giovedì, prontamente condiviso con gli amici del CPB e trasformato in email all'indirizzo di Trenitalia e RFI, non è caduto nel vuoto e fortunatamente le reazioni che ha suscitato sono state un tramite di buone notizie.

Con un comunicato datato 2 Marzo, RFI ha immediatamente diffuso una smentita ufficiale, annunciando che i lavori del quadruplicamento tra Treviglio e Pioltello Limito procedono con regolarità. In particolare, è stato puntualizzato che il viadotto sulla variante del tracciato è al 92% di avanzamento, mentre l'avanzamento complessivo dell'intero progetto è ormai arrivato al 70%. Mancano solo alcuni lavori in corrispondenza dell'attraversamento di Melzo, dopo di che l'intero progetto sarà concluso e le linee finalmente operative. La data di cui si parla nel comunicato stampa è Maggio 2007. L'articolo apparso sul sito di Trenitalia, naturalmente, è stato rimosso.

Well done! Ora però dobbiamo fare pressione per ottenere risposte (e non solo da RFI) sull'annosa questione del salto del montone... Il vostro Conte-Ciclo-Pendolare non farà certo mancare il suo contributo!!! ;-)

Technorati Tags: , ,

venerdì, marzo 02, 2007

E' arrivato il nuovo Conto Energia!

Il nuovo Conto Energia 2007 [foto presa da Internet] è stato finalmente pubblicato sulla Gazetta Ufficiale e molto presto, orientativamente entro Maggio, il GSE (ex-GRTN) definirà gli ultimi dettagli e le modalità per renderlo pienamente operativo.

Bisogna dire che i ministri, questa volta, hanno fatto un buon lavoro. Oltre ad alzare di altri 1000 MW il target nazionale di potenza da installare entro il 2016 (portandola cioè a 3000 MW) e a confermare la politica che in un precedente post definivo delle "due facce della medaglia" (in sintesi: incentivi alle energie rinnovabili da una parte + premio per chi attua interventi che producono un risparmio energetico certificato dall'altra), è stato notevolmente semplificato l'iter burocratico di domanda di accesso al Conto Energia e si è posto un correttivo, mediante la progressività delle tariffe incentivanti, al disequilibrio attualmente esistente fra (le poche) risorse destinate ai piccoli impianti integrati agli edifici e (le molte) risorse destinate a grandi impianti installati a terra (un vero spreco, considerati tutti i tetti e le superfici altrimenti inutilizzabili che abbiamo nelle nostre città!). Inoltre, il decreto è stato scritto con un occhio di riguardo alle scuole, alle strutture sanitarie e agli edifici vari di enti locali, che riceveranno incentivi superiori a quelli previsti per i semplici soggetti privati e condomini.

Certo, si poteva e doveva fare ancora di più, ad esempio eliminando ogni limite alla potenza cumulativa soggetta ad incentivi (per ora c'è un limite fissato a 1200 MW, anche se gli incentivi verranno assegnati anche oltre, a tutti coloro che avranno realizzato impianti entro i 14 mesi successivi dal raggiungimento della suddetta soglia). Viceversa, sarà impossibile centrare l'obiettivo indicato dalla Commissione Europea di produrre il 20% dell'energia da fonti rinnovabili entro il 2020...

Chiaro, bisogna fare i conti con il problema della copertura finanziaria di un provvedimento del genere, che oggi si fonda sulla componente tariffaria A3 delle tariffe dell'energia elettrica (circa 3 miliardi €/anno). Anche qui, però, va riconosciuto un merito ai ministri: quello di aver rivisto in finanziaria il meccanismo perverso che consentiva di girare i soldi destinati alle rinnovabili ai CIP6 (fonti assimilate, ma inquinanti!!!). Almeno 1,5 miliardi €/anno dovrebbe insomma effettivamente finire nelle mani giuste.

'O paese d'o sole finalmente si muove...

giovedì, marzo 01, 2007

Quadruplicamento: slittamento di altri 6 mesi?

Cari amici pendolari, brutte notizie all'orizzonte a riguardo del Quadruplicamento Treviglio - Pioltello. Eccovi gli ultimi aggiornamenti, cominciando dalla cronistoria degli ultimi mesi, fra annunci e smentite.

Il 13 Novembre 2006, durante l'incontro pubblico che si è tenuto a Bergamo alla presenza del Ministro Di Pietro, dell'Assessore Regionale Cattaneo, dell'intero Consiglio provinciale e del Sindaco di Bergamo, abbiamo sentito RFI sostenere più volte che l'attivazione dei due nuovi binari tra Treviglio e Pioltello era prevista per Aprile 2007, mentre la connessione delle linee di Bergamo alle linee del qudruplicamento era prevista per fine 2007.

A distanza di soli due mesi, la messa in esercizio dei nuovi binari slittava di due mesi (= dopo gli annunci fatti davanti alle autorità, progressi zero). Ad affermarlo, lo stesso direttore regionale di RFI, Colombo, che a fine Gennaio ha risposto così alle sollecitazioni del CPB di un incontro avente l'obiettivo di chiarire le modalità di realizzazione della connessione tra le linee di Bergamo e le nuove linee del quadruplicamento.

Da allora è passato poco più di un altro mese e oggi, sul sito di Trenitalia, è apparsa - con grande sorpresa e preoccupazione dei pendolari - una notizia che suona proprio come l'ennesima beffa (*): la posa delle travi del viadotto [foto esemplificativa di un viadotto presa dal sito di RFI] in variante del quadruplicamento fra Pioltello Limito e Treviglio verrà completato solo a fine 2007!!! Stando a questo comunicato, si prospetta dunque uno slittamento di altri 6 mesi, alla messa in esercizio dei nuovi binari. Probabilmente anche più.

Tutto questo, mentre sui destini dei pendolari bergamaschi gravano ancora le incertezze legate alla vicenda del salto del montone (a cui sono collegate le preoccupazioni sulla definizione dei nuovi orari) e dall'altra gli aumenti tariffari, che sono partiti con la solita inflessibile puntualità dal primo Gennaio di quest'anno. Insomma, mentre Governo e Regione per ora non hanno ancora dato una risposta alla richiesta di finanziamento per lo scavalco a Treviglio avanzato dal Comitato, dall'altra Trenitalia ha deciso di far pagare in anticipo alla Clientela il miglioramento di un servizio che - se tutto va bene - si vedrà solo tra un anno e mezzo. Cioè con un ritardo di ben due anni e mezzo rispetto alla pianificaziona originaria! :-(

A questo punto, le domande sono tre:
  1. qual è il reale stato di avanzamento dei lavori del quadruplicamento?
  2. Si prevedono slittamenti anche per la realizzazione della connessione tra le linee di Bergamo e le nuove linee del quadruplicamento?
  3. I presunti ritardi si ripercuoteranno sulla data di esordio del nuovo orario 2008?
Veramente, ci sarebbe anche da chiedersi quanto è costato ai contribuenti tutto questo ritardo (se il quadruplicamento va in esercizio ad inizio 2008, si tratta di almeno 2 anni rispetto alla pianificazione originaria!), ma questo è un altro discorso...

Vi tengo aggiornati: speriamo ci sia un malinteso!

(*) Curiosamente (per non dire altro), l'articolo apparso sul sito di Trenitalia si intitola: "Procede con regolarità il quadruplicamento tra Pioltello e Treviglio" (sic!)

Technorati Tags: , ,