venerdì, giugno 30, 2006

Pendolari a prova di bomba

Senti, senti... Stazione di Treviglio, trovata una bomba sotto i binari. Si tratta di un ordigno bellico risalente alla seconda guerra mondiale, chissà, forse sganciato durante i terribili bombardamenti del 6 giugno 1944 su Dalmine e dintorni. Sopra quei binari, ci sono passate negli anni almeno tre generazioni di pendolari bergamaschi, diretti ogni giorno a Milano per lavoro.

Brave Hearts, anche in considerazione del fatto che in tutto questo tempo passare e spassare sopra l'ordigno, con queste FFSS, è stata solo l'ultima delle nostre preoccupazioni ;-))

giovedì, giugno 29, 2006

Operazione "parafanghi"

Nel giorno della pioggia (che benedizione! Oggi è il primo giorno di questo torrido giugno in cui in ufficio ci siamo domandati se accendere il condizionatore... TERNA ne sa qualcosa...), ho finalmente montato i parafanghi al rampichino che uso a Milano. Mai più pedalate al rallenty e a zig-zag tra le pozze sull'asfalto, mai più schizzi d'acqua lurida sulla camicia appena lavata, mai più chiappe bagnate in ufficio. Mai più. Mancavo solo io all'appello, il resto della compagnia di ciclo-trenisti Bergamo-Milano San Cristoforo aveva già da tempo provveduto. Bè, meglio tardi che mai, no? Acquazzoni, scrosci e diluvi, mi rido di voi! Bardato di panta-kway e in sella ai miei parafanghi non mi fate più impressione. Certo... devo dire che quanto a impressione, pure noi ciclo-trenisti ne facciamo un bel pò a chi ci vede passare conciati più o meno come in questa foto:

mercoledì, giugno 28, 2006

Pendolari di San Cristoforo: l'epopea continua!

Avevamo promesso a Trenitalia che avremmo fatto molto rumore se non avessero preso subito provvedimenti. Eravamo proprio studi di quel 10888 che partiva sempre in ritardo da San Cristoforo o si fermava a poche centinaia di metri da Lambrate senza alcuna spiegazione, facendoci di continuo perdere la coincidenza con il 18:27 per Bergamo! Sembrava che le lamentele avessero colpito nel segno, perchè Aprile e Maggio sono filati via lisci, senza problemi. Ma questo Giugno, siamo ripiombati nell'incertezza più nera... Cari amici e collegi pendolari, qui bisogna riprendere in mano le penne e colpire duro, finchè qualcuno non si stufa di noi e si prende la briga di rimettere le cose a posto. Nel frattempo, ovviamente, bisogna arrangiarsi.

Bè, da questo punto di vista, ieri a Lambrate ho scritto un'altra memorabile pagina dell'epopea del pendolare. Sono stato l'ultimo di tre coraggiosi avventurieri, che uno alla volta e a rotta di collo, sono riusciti a saltare a bordo di un treno in corsa. Il treno in questione era il Verona delle 18:30, che è partito con una porta aperta proprio mentre noi si scendeva all'impazzata dal nostro TILO, giunto in ritardo sul binario adiacente. Una scena immortalata da diverse fotocamere di un gruppo di soliti giapponesi, per caso in sosta sul binario. Questo, per lo meno, è quello che ci ha raccontato un quarto collega pendolare, che non è riuscito a rincorrere e saltare sul treno, ormai lanciato a velocità disumana.


Cosa non si fa, per tornare a casa 20 minuti prima! ;-)

lunedì, giugno 26, 2006

E' arrivata!!!

C'erano una volta un uomo e una donna del tutto diversi da quelli che conosciamo oggi. Lui - forte di uno stipendio conquistato fuori dalle mura domestiche con il quale manteneva tutta una famiglia, spesso numerosa - non si sognava neppure lontanamente di alzare un dito in casa e aiutare la moglie, mamma-casalinga, nelle varie faccende tipo cucina, bucato, stiro... Certo, erano altri tempi.

Sono passati tanti anni e oggi LUI & LEI stanno su un piano di perfetta parità. Cari maschi, le pulizie di casa sono anche your business! Ma non bisogna disperare: la tecnologia del 2006 non è quella di una volta e può capitare che passare l'aspirapolvere sia persino divertente. Basta scegliere bene l'aspirapolvere ;-)


La trepidante attesa è finita. E' arrivata!!! Quello che vedete qui non è dunque "un uomo, con la sua aspirapolvere". Guardate meglio e vi accorgerete che questa è la fotografia di "un uomo FELICE, con la sua aspirapolvere". Non starò qui a tediarvi con un trattato sulla sua forza ciclonica aspirante a 12 cilindri o tantomeno sulle sue infallibili tecniche di sterminio degli acari con soli 1400 W di potenza. Vi dico solo che appena l'ho vista, ho capito che faceva al caso mio.

Per chi volesse saperne di più... (nota: dopo tutta questa pubblicità, devo trovare il modo di farmi regalare almeno qualche accessorio!!!)

giovedì, giugno 22, 2006

Facciamogliela vedere noi, ai cechi!

Oggi la sala riunioni del mitico quarto piano è prenotata dalle 9 alle 18. Plenary meeting? A giudicare dal proiettore già sul tavolo, pronto a sfornare contro il muro sequenze infinite di slide ppt, si direbbe di sì... Ma, attenzione! Cos'è quell'aggeggio a forma di antenna per segnale televisivo digitale terrestre collegata al proiettore a mezzo presa scart? E quell'oggetto pieno di pulsanti colorati??? No, non è certo una calcolatrice... Ma quelle... quelle sono casse!? Sì, come quelle che ho a casa attaccate al PC!!!

Va bè, dai, si fa per ridere, giù la maschera. Mancano ormai poco più di due ore alla partita ITALIA-Repubblica Ceca, decisiva per continuare il cammino dei Mondiali di Germania 2006, e la SR-MI-Mozzoni-torreP-406 è pronta per fare da bar stadio. In questo momento, sono arrivate pure tre sacchi della spesa con birre e patatine. Modestamente, il quarto piano ha una certa tradizione.


Insomma, saremo tutti lì a tifare la nostra italietta del calcio, tanto amata quanto vituperata quando le cose non girano per il verso giusto. Pronti a mettere alla gogna Lippi, giocatori & dirigenti se i ciechi ci dovessero rifilare qualche brutto scherzo. E sarebbe una giornata veramente nera per la storia pallonara, visto che subito dopo la partita, mezza nazionale si ritroverà in serie B (Moggiopoli...).

Famogliela vedere noi, ai ciechi! E speriamo che alla fine la regia vada a pescare fra la festante massa azzurra degli spalti di Amburgo il nostro Duca, che - come da accordi - dovrebbe agitare lo striscione del cuore: V.V. ("Voda Vaffa").

;-)

mercoledì, giugno 21, 2006

Stiamo lavorando per voi!

Cari amici e parenti, sappiate che la prima volta che metterete piede a casa nostra avrete modo di celebrare con noi il sacro rito della rassegna fotografica della giornata nuziale. Un clichè a cui non potrete certo sottrarvi, è chiaro no? Bene. Molto bene. Perchè noi stiamo lavorando per voi!

Ieri abbiamo speso un'intera serata dal fotografo, il quale ci ha prima mostrato la bozza dell'album sin qui realizzato e poi ci ha omaggiato del CD-provini, dal quale spulciare e quindi scegliere le "very best pictures" da inserire nella versione definitiva dell'album [la 1.0]! Un lavoro duro, è chiaro. Decidere fra 1300 scatti non è cosa facile... Considerando che - come potete immaginare - siamo ovunque troooppo belli (chiaro, io un pò meglio di lei)!!! Bè, attendete l'annuncio "missione compiuta!" e preparatevi a lustrarvi gli occhi.


Nota per gli ottimisti e volenterosi in genere. Se credete di cavarvela con una semplice sfogliata dell'album di nozze, sappiate che siete dei poveri illusi. Il giorno in cui sarete graditi ospiti nella nostra umile dimora, dovrete sottoporvi anche alla sessione foto-viaggio-di-nozze (1400 foto) e, se sarete ancora vivi, l'annesso filmino (1,5 ore). Vi aspettiamo a braccia aperte!

;-)))))

martedì, giugno 20, 2006

Il primo articolo del nostro Blog

...eh che emozione! Il primo articolo... Certo dovrei dedicare l'intera mattina a questo momento speciale, ma le mie 5 SG incombono e sento già il fiato del mio capo sul collo. Per cui, bando alle ciance: cin cin, prosit, brindiamo al neo-nato blog di Dino&Manu.

Vedrete, vi piacerà!

;-)